**Lavoro: Bernini, 'aprire riflessione su dl Orlando, andrà rivisto'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 ago. (Adnkronos) – “Le critiche del presidente di Confindustria al decreto Orlando-Todde, che vieta i licenziamenti per cessazione di attività non possono essere rispedite al mittente come sta facendo il Pd". Così la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.

"Nel decreto ci sono anche cose giuste, come il diritto di allerta per i lavoratori, ma le pesanti sanzioni previste se il governo non dà l’ok alla chiusura sono da Stato socialista. Innanzitutto andrà attentamente verificato che la cessazione di attività abbia motivi reali e non speculativi, come nel caso GFK".

"E poi c’è il rischio di allontanare definitivamente gli investitori stranieri: invece di aumentare la nostra attrattività, infatti, agli storici handicap della burocrazia oppressiva e della giustizia civile lumaca si aggiunge un ulteriore, pesantissimo disincentivo. Il problema delle delocalizzazioni esiste ed è enorme, ma si risolve dando alle aziende ottimi motivi per restare e crescere, non vietando loro di chiudere quando non hanno più spazio sul mercato o hanno necessità di ristrutturarsi. Insomma: il decreto andrà rivisto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli