Lavoro: Cicchitto, soluzione per esodati questione di equita'

(ASCA) - Roma, 13 apr - ''Qualsiasi governo, anche se

composto di tecnici, deve comunque misurarsi con le forze

sociali, a maggior ragione devono farlo i partiti che lo

sostengono e che hanno la necessita' di mantenere rapporti

con la societa', specie in una fase nella quale il vento

dell'anti politica spira in modo cosi' forte. Perdipiu',

nella vicenda riguardante il mercato del lavoro,il PD si e'

rapportato e si e' fatto interprete delle istanze della CGIL

conducendo per questo una forte e insistente battaglia

politica''.

Ad affermarlo e' Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl

alla Camera dei deputati, che aggiunge: ''Per parte sua il

Pdl non puo' non esprimere le esigenze di tutta l'area delle

piccole e medie imprese che costituiscono le colonne su cui

impostare la crescita e il rilancio del Paese e che esprimono

serie preoccupazioni che vanno colte. Detto tutto cio',

rimane aperto anche un problema sociale di cui tutti sono

chiamati a farsi carico che e' quello degli esodati,

lavoratori lasciati in mezzo al guado, senza piu' posto di

lavoro e senza i requisiti per la pensione. Il Governo in

primis, ma anche le forze politiche sia di centrodestra che

di centrosinistra devono adoperarsi per risolvere il

problema. Si tratta infatti di assicurare un'equita' per

molti aspetti elementare, ma essenziale''.

Ricerca

Le notizie del giorno