Lavoro: Di Pietro, Fornero vuole riscrivere art. 1 della Costituzione

(ASCA) - Roma, 27 giu - ''Proprio mentre chiedeva al

Parlamento un filotto di voti di fiducia per riformare in

peggio il mercato del lavoro e togliere i diritti ai

lavoratori, il governo del professor Monti sborsava circa

quattro miliardi di euro per dare una mano al Monte dei

Paschi di Siena dell'amico Alessandro Profumo. Lo stesso che

qualche anno fa prese 40 milioni di euro da Unicredit come

liquidazione e che, attualmente, e' indagato per una frode

fiscale perche' avrebbe sottratto allo Stato 700 milioni'',

lo scrive sul suo blog Antonio Di Pietro.

''Insomma, questo governo non si smentisce proprio mai. Ha

figli e figliastri. I figli sono le banche, a cui regalare o

prestare, a tassi agevolati, miliardi e miliardi. Sono i

pensionati d'oro a cui non deve essere tolto un euro, senno'

ci restano male. Sono i corrotti che, grazie alla legge di

Monti e della guardasigilli Severino, avranno d'ora in poi la

vita ancora piu' facile. I figliastri sono quei cittadini che

stavano per andare in pensione e invece ci andranno con anni

di ritardo, mentre alcuni di loro, gli 'esodati', non sanno

come tirare a campare fino a quel momento. Sono i lavoratori

che, se per caso leggessero il 'Wall Street Journal' di oggi,

scoprirebbero che dal giorno alla notte hanno perso anche il

diritto formale al lavoro. A quanto pare la badessa Fornero

ha riscritto, tutta da sola e senza chiedere il permesso a

nessuno, l'art. 1 della Costituzione. Sentite cosa dice al

quotidiano statunitense: 'La gente deve cambiare il proprio

modo di pensare. Il lavoro non e' un diritto. Bisogna

meritarselo, anche con il sacrificio'. Cara professoressa,

questa e' un'asineria bella e buona. Innanzitutto perche' il

lavoro non c'e' e non lo trova neanche il lavoratore che lo

merita, ma soprattutto perche' la nostra Costituzione dice

l'esatto contrario. Secondo la Carta, infatti, il lavoro e'

un diritto'', conclude il leader dell'Idv.

Ricerca

Le notizie del giorno