Lavoro, Ilo-Ocse: Da 2008 persi 21,3 mln posti in G20

Ginevra (Svizzera), 17 mag. (LaPresse) - Dall'inizio della crisi finanziaria del 2008 ad oggi sono stati bruciati 21,3 milioni di posti di lavoro nei Paesi del G20. Lo sostiene un rapporto congiunto dell'Ilo, l'Organizzazione internazionale del lavoro, e dell'Ocse, diffuso in vista della riunione ministeriale del G20 del lavoro a Guadalajara, in Messico. Secondo il rapporto, se l'occupazione continua a crescere al ritmo attuale dell'1,5% sarà "impossibile recuperare tutti i posti di lavoro persi". Ilo e Ocse rilevano che in tutti i paesi del G20 il tasso di disoccupazione giovanile è da due a tre volte superiore a quello degli adulti. La media si attesta al 19,2%. Inoltre il tasso non considera i giovani scoraggiati e quelli che prolungano gli studi per le difficoltà incontrate nel mercato del lavoro.

Ricerca

Le notizie del giorno