Lavoro, Iv: Jobs act funziona, il resto fake news

Pol/Vlm

Roma, 14 gen. (askanews) - "Quali altri dati statistici devono uscire perché venga finalmente alla luce quanti e come in questi anni hanno mentito sull'impatto positivo prodotto dal Jobs act?". Lo dichiara Camillo D'Alessandro, capogruppo di Italia Viva in Commissione Lavoro alla Camera, a proposito dei dati pubblicati oggi dall'Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro.

"Anche secondo i consulenti del lavoro - spiega - il Jobs act non ha determinato un aumento dei licenziamenti. Tanto che nei 39 dall'abolizione dell'art.18 i licenziati sono stati il 21,3% anziché il 22,6. Non solo: le tipologie contrattuali stipulate grazie all'introduzione del Jobs act 'vivono di più rispetto a quelle precedenti".

"La vita reale e i suoi numeri hanno dunque dimostrato che con il Jobs act gli occupati sono aumentati e, di conseguenza, sono aumentate le opportunità. Questa à la verità. Il resto sono fake news di chi deforma la realtà per motivi strumentali o ideologici", conclude.