Lavoro,M5s:approvare salario minimo, Inps certifica 4,9mln sotto i 9 euro

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 lug. (askanews) - "I dati del Rapporto annuale Inps parlano chiaro: il 23% dei lavoratori guadagna meno di 780 euro al mese, la soglia massima del Reddito di cittadinanza riconosciuta a un single. Di fronte a questi numeri, è evidente che il problema non è il Reddito di cittadinanza, come qualcuno vorrebbe far credere, ma i bassi stipendi. Non a caso, il nostro è l'unico Paese in Europa in cui, negli ultimi trent'anni, le paghe sono diminuite mentre in Germania e Francia si sono registrati aumenti superiori al 30%". Lo affermano in una nota le deputate e i deputati del M5S in Commissione Lavoro.

"Da quasi dieci anni - continuano i parlamentari pentastellati - il Movimento 5 Stelle chiede a gran voce di introdurre il salario minimo: una richiesta che ha però incontrato l'opposizione della maggioranza delle forze parlamentari, le cui mere posizioni ideologiche hanno prodotto gravi danni per famiglie e lavoratori".

"Sempre presentando il rapporto, il presidente dell'Istituto, Pasquale Tridico, ha rilevato come oggi 4,3 milioni di lavoratori guadagnino meno di 9 euro all'ora. Si mettano da parte tali posizioni e si approvi finalmente una legge sul salario minimo: non è il momento di pannicelli caldi ma di azioni puntuali e concrete" concludono le deputate e i deputati del M5S.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli