Lavoro, M5s: Istat certifica bontà di misure del governo

Pol/Arc

Roma, 31 lug. (askanews) - "Nonostante in molti tifassero per l'Armageddon occupazionale, un tasso di disoccupazione al 9,7% non si registrava da oltre sette anni. L'Istat è il 'termometro' che certifica con i dati di oggi la bontà delle misure del governo in tema di lavoro: dopo i dati record di maggio, anche a giugno il trend positivo continua". Lo hanno sottolineato in una nota i senatori del M5s della commissione Industria e Commercio.

"Il segnale più incoraggiante - hanno osservato - è quello della disoccupazione giovanile, calata di un altro punto e mezzo al 28,1%, dato più basso dal 2011. A crescere, invece, c'è l'occupazione di qualità con i contratti permanenti aumentati di 43 mila unità a giugno rispetto a maggio, una tendenza ci lascia ben sperare per i prossimi mesi sul fronte del rilancio della domanda interna. Il prossimo obbiettivo ora è quello del salario minimo da portare avanti parallelamente all'abbassamento delle tasse per quegli imprenditori che creano posti di lavoro di stabili".