Lavoro: Misiani, 'da Orlando no ricatti ma attenzione per milioni lavoratori'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 apr. (Adnkronos) – "Trovo francamente assurda la posizione di Confindustria che bolla come 'ricatto' la proposta avanzata dal ministro Orlando di un patto con le imprese che leghi gli aiuti anche al rinnovo e all'adeguamento dei contratti. Discutere e criticare anche severamente le proposte di un ministro è legittimo. Evocare un inesistente ricatto è invece sbagliato". Così in un post su Facebook Antonio Misiani, responsabile Economia e Finanze nella Segreteria del Pd.

"Nel Paese l’impennata inflazionistica sta aggravando la crisi sociale. Milioni di lavoratori vedono i propri redditi perdere progressivamente potere d’acquisto sotto i colpi delle bollette energetiche e dell’aumento dei prezzi di molti generi di prima necessità. L’inflazione colpisce in proporzione di più le famiglie più povere, che spendono una quota più alta del proprio reddito per i beni e i servizi che stanno rincarendo maggiormente".

"Questa situazione richiede – come diciamo da tempo – uno sforzo condiviso, un patto sociale. Da parte del governo, che in questi mesi ha messo in campo misure importanti ma oggi deve fare di più per aiutare le famiglie e le imprese di fronte ad una crisi in rapido peggioramento".

"Da parte delle imprese, che non possono voltarsi da un’altra parte di fronte a interi comparti che non rinnovano da anni i contratti di lavoro scaduti e alla proliferazione di contratti pirata che altro non sono che sfruttamento legalizzato che ha fatto aumentare a dismisura i lavoratori poveri", aggiunge Misiani.

"Nessuno sottovaluta le difficoltà del sistema produttivo italiano, che va sostenuto di fronte ad uno scenario drammaticamente peggiorato. Ma chi pensa di confrontarsi con il governo con queste modalità e questo linguaggio sottovaluta gravemente quanto sta accadendo. E abdica alla propria responsabilità di fronte al Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli