Lavoro: Orlando, 'per regolare smart working auspico accordo quadro con parti sociali'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 set. (Adnkronos) – "Lo smart working non sarà regolato dalle linee guida ma sarà regolato prima della scadenza alla deroga alla normativa che è stata portata al 31 dicembre da un eventuale intervento normativo o da un accordo quadro tra le parti sociali che è la via che auspico". Ad affermarlo è il ministro del Lavoro, Andrea Orlando al termine del Consiglio dei ministri che estende a tutti i lavoratori, della pubblica amministrazione ma anche del comparto privato, l'obbligo di green pass. "Abbiamo bisogno di sapere come utilizzare lo smart working dopo l'impennata del suo utilizzo durante la pandemia", sottolinea Orlando.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli