Lavoro: Scotto, 'da Salvini sovranismo a la carte, su delocalizzazioni è muto'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 dic. (Adnkronos) – "C'è una domanda di rappresentanza politica del lavoro ma noi facciamo fatica a incrociarla", c'è una "frattura che a ogni passaggio a ogni elezione anche quando vinciamo diventa sempre più palese". Così Arturo Scotto, coordinatore di Art.1, all'Agorà sulle delocalizzazioni.

"Le proposte che ci sono nel testo" della riunione dell'Agorà "intervengono su alcuni punti fondamentali. Intanto un protagonismo dei Comuni, un giudizio sulla reputazione sui chi delocalizza e anche qualche prezzo che va pagato se tu hai preso risorse pubbliche e poi te ne vai. Questa proposta presentiamo, mi batterò perchè diventi maggioritaria nel centrosinistra".

"Il paradosso -aggiunge Scotto- è che mentre noi stiamo riprendo la parola su queste questioni, abbiamo di fronte una destra che fa sovranismo a la carte perchè quando ci sono da prendere scelte serie sulle delocalizzazioni Salvini sta zitto e non dice una parola".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli