Lavrov e Wang concordi: sanzioni unilaterali “inammissibili”

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 lug. (askanews) - Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il ministro degli Esteri cinese Wang Yi hanno discusso della situazione in Ucraina e delle azioni dell'Occidente in questo contesto in un incontro a margine della ministeriale del G20 a Bali, riferisce il ministero degli Esteri russo. Lavrov e Wang Yi hanno concordato sull'inammissibilità delle sanzioni unilaterali che aggirano le Nazioni Unite, ha affermato il ministero.

"Particolare attenzione è stata prestata alla situazione in Ucraina" e Lavrov ha informato il collega cinese "sull'attuazione dei compiti principali dell'operazione militare speciale delle forze armate russe volta a proteggere la popolazione civile del Donbass, la smilitarizzazione e la denazificazione dell'Ucraina" e i due ministri hanno parlato delle azioni "dei Paesi occidentali nel contesto del complotto ucraino".

"È stata confermata la disponibilità per un ulteriore approfondimento del coordinamento della politica estera" tra Russia e Cina sottolineando che "nell'attuale difficile situazione geopolitica, Russia e Cina hanno continuato a costruire una cooperazione strategica e hanno assunto posizioni unificate o molto vicine sulla stragrande maggioranza delle questioni discusse", si legge nella nota del ministero

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli