Lavrov a Zona Bianca, i social esplodono: l'analisi

(Adnkronos) - L'intervista del ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov alla trasmissione di rete 4 Zona Bianca ha scatenato, com’era prevedibile, i social: alle 22, poco dopo la fine della trasmissione, erano già 1200 i post che commentavano l’intervento coinvolgendo oltre 50mila persone. Il giorno dopo, 2 maggio, i quotidiani non erano in edicola, quindi, ancora una volta, sono stati i social a fare la voce grossa con 6.750 post che hanno coinvolto più di mezzo milione di italiani.

Sempre nella giornata del 2 maggio sul web sono comparsi 1.800 articoli. Oggi, 3 maggio, gli articoli sui giornali italiani riguardanti le inevitabili polemiche per quello che è stato considerato un comizio a senso unico del numero 2 della Federazione Russa, sono stati poco meno di 600, cui si aggiungono altri mille articoli sul web e 2.700 post sui social con altre 44mila persone coinvolte.

Alle 21.49 dell'1 maggio, mentre era in corso l’intervista, il primo post su Facebook di commento arriva proprio dall’Ambasciata della Federazione Russa in Italia. Questo post ha generato un engagement totale di 2.300, un’ora dopo, sempre su Facebook, è intervenuto Enrico Mentana con un engagement analogo.

'La reazione ucraina, sui social, è invece arrivata nella giornata del 2 maggio con una dichiarazione del ministero degli Affari Esteri d'Ucraina sugli attacchi antisemiti del ministro degli affari esteri della Russia Sergey Lavrov', nota Lucrezia Maggio Responsabile Analisi Media Intelligence di Volocom.

Gli hashtag più frequenti, partendo dalla 'citazione Lavrov', hanno generato diverse reazioni. Spiccano, ovviamente, gli hashtag 'zonabianca', 'russia' e 'lavrov' oltre a 'mediaset' e 'rete4'. Meno citati e, conseguentemente, meno ingaggianti gli hashtag 'stopwar', 'ukrainerussiawar'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli