Lazio, 16 nuovi casi: 6 da focolaio San Raffaele

webinfo@adnkronos.com

"Oggi registriamo un dato di 16 casi positivi, di cui 6 riferibili al focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana di Roma. I decessi sono stati 3, mentre continuano a crescere i guariti che sono stati 88 nelle ultime 24 ore e complessivamente raggiungono le 4.450 unità". Lo sottolinea l'assessore alla Sanità e all’integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl, aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale pediatrico Bambino Gesù. 

I casi totali al San Raffaele Pisana "sono 41 e di questi 24 sono riferiti a pazienti trasferiti, 1 è un paziente deceduto, 9 sono dipendenti della struttura e 7 sono esterni. Il primo caso risale a inizio maggio e si tratta di operatori della struttura", prosegue l'assessore che evidenzia come "questo focolaio dimostra che non bisogna abbassare il livello di attenzione e occorre mantenere il rispetto dei protocolli. Proseguono - spiega ancora - le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine".  

"I servizi della Asl Roma 3 e del Seresmi stanno lavorando per completare l’indagine epidemiologica. Da questa mattina inoltre sono a disposizione i due drive-in della Asl Roma 3 nell’ex ospedale Forlanini e in via di Casal Bernocchi, per effettuare i test ai pazienti dimessi dalla struttura nelle ultime tre settimane (dal 18 maggio) e i loro contatti stretti. Si prevede l’effettuazione di oltre 1.800 test", precisa ancora l'assessore alla Sanità.