Lazio, Aurigemma: Zingaretti chiude pediatria di Anzio

Bet

Roma, 12 set. (askanews) - "A metà agosto a seguito di un sopralluogo presso l'ospedale dei Castelli, avevamo evidenziato la totale mancanza di pianificazione e programmazione della amministrazione regionale, visto che dopo oltre otto mesi dall'apertura, il nosocomio di Ariccia non è ancora riconosciuto come dea di I livello e si reperiscono risorse umane e strutturali dai presidi di Anzio e Velletri, che vengono "depredati" di medici e reparti. Le nostre preoccupazioni e perplessità risultano oggi più che fondate, al punto che, come apprendiamo, si andrebbe verso la chiusura del reparto di pediatria di Anzio, che penalizzerà ulteriormente l'utenza e  l'intero territorio di oltre 100mila abitanti, che si vede privato di alcuni importanti servizi".

Così il consigliere regionale del Lazio, Antonello Aurigemma, membro della commissione sanità che aggiunge: "la disorganizzazione e l'incapacità gestionale del direttore generale della Asl Rm6, scelto dal presidente Zingaretti, sono sempre più evidenti ed eclatanti, ma queste lacune non possono ricadere sui cittadini, che continuano a convivere con pesanti disagi e disservizi in ambito sanitario. Per questo motivo abbiamo chiesto una convocazione urgente della commissione regionale sanità al fine di ripristinare la piena operatività dell'ospedale di Anzio" conclude.