Lazio, Cangemi: onore premiare agente scelto polizia Sannino

Bet

Roma, 31 ott. (askanews) - "E' stato un onore, oggi, premiare in Consiglio regionale l'agente scelto di Polizia Yuri Sannino, accoltellato lo scorso giugno a Tor Bella Monaca mentre difendeva una donna vittima di violenza in famiglia, esempio dell'impegno quotidiano di donne e uomini delle Forze dell'ordine e delle Forze armate, anche al rischio della propria vita, per la sicurezza nelle nostre città". Così il vice presidente del Consiglio regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi, intervenuto al seminario "La prevenzione del suicidio nelle Forze Armate e Forze dell'ordine. Dal supporto psicologico obbligatorio ai ricongiungimenti familiari" organizzato, nella Sala Mechelli, dall'Accademia Italiana delle Scienze di polizia Investigativa e Scientifica (AISPIS) e dall'Osservatorio Nazionale per i Diritti e la Salute dei Militari e delle Forze dell'Ordine. "Ringrazio Aispis e l'Osservatorio per aver voluto questo riconoscimento a Sannino e per aver acceso i riflettori su un tema delicato come quello dei suicidi: fare il soldato oggi ha un significato diverso, comporta un impegno sulla sicurezza integrato e partecipato che si traduce anche in diversi e accentuati livelli di stress sia fisici che mentali - ha detto Cangemi - una problematica di cui grazie a queste organizzazioni finalmente si parla e su cui le istituzioni nazionali e locali possono fare molto per individuare strumenti utili a dare supporto, anche psicologico, alle nostre donne e uomini in divisa".