Lazio, Crimi: M5s contribuisce al governo della regione

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 mar. (askanews) - "Anche nel Lazio inizia il cammino verso la transizione ecologica. In ogni scelta che ha compiuto, il MoVimento 5 Stelle ha sempre messo i temi, gli obiettivi e gli interessi dei cittadini davanti a tutto. Questo è avvenuto durante i primi due Governi del Presidente Giuseppe Conte, con l'attuale governo, alle ultime elezioni regionali e amministrative. Più di recente, abbiamo deciso di dare il nostro contributo all'esperienza di governo della Regione Puglia. Ora ci apprestiamo a compiere un altro importante passo: contribuire al governo della Regione Lazio, con l'obiettivo di realizzare un programma condiviso, frutto della convergenza di proposte e idee maturata in questi anni tra il MoVimento e le forze politiche del centrosinistra che guidano la Regione". Lo scrive il reggente M5s Vito Crimi, in un post su Facebook.

"Questa scelta, infatti, arriva a seguito del percorso comune che il MoVimento ha condiviso in questi anni con la giunta del presidente Zingaretti e la maggioranza - prosegue - in riferimento a temi specifici del nostro programma. Un confronto che nel tempo ci ha consentito di far approvare misure importanti per migliorare la qualità della vita dei cittadini del Lazio. Fra queste, in particolare, c'è l'istituzione di un Fondo per l'abbattimento delle liste d'attesa della sanità regionale, finanziato con le risorse pubbliche risparmiate grazie all'abolizione dei vitalizi (attualmente ammonta a 7 milioni di euro)".

"Ad oggi - elenca Crimi - sono 5 le proposte di legge del M5S approvate dalla Regione Lazio: la bonifica delle aree a rischio ambientale, il compostaggio aerobico, la nuova governance per gli immobili in beneficenza e le Aziende di Servizi alla Persona, l'introduzione del referendum regionale per favorire la partecipazione e la democrazia diretta, la tutela e promozione dei piccoli comuni del Lazio. Per altre nostre proposte, come quella sul Reddito Energetico, l'iter di approvazione è ora in corso".

(segue)