Lazio: domani presentazione 'Pop -Olio' al Centro regionale Margherita di Savoia

webinfo@adnkronos.com

L’olio extra vergine d’oliva, anche chiamato 'oro verde', ha sempre avuto un forte appeal nell’immaginario collettivo. Ma pur attivando una grande fascinazione, ancora non ha innestato nella cultura di massa la sicurezza nel saperlo scegliere, abbinare, riconoscere nelle caratteristiche principali. Proprio per diffondere la cultura dell’olio di qualità è nato Pop-Olio, un format culturale itinerante che punta a svelare in chiave pop, popolare, divertente e innovativa, i segreti per riconoscere 'a naso' un olio con le migliori caratteristiche, proprietà e requisiti, discernendone i sentori principali, pomodoro, erba tagliata, mandorla, cicoria, carciofo.  

L'evento di presentazione si svolgerà domani (ore 11.30) presso il Centro S. Alessio Margherita di Savoia fortemente sostenuto dalla Regione Lazio. 'Pop-Olio', in questa I edizione, sarà incentrato sul senso dell’olfatto, spesso sottostimato rispetto all’ovvia egemonia della vista, talvolta ingannatrice. Circa 40 olivicoltori, in buona parte del Lazio, insieme a esperti di settore e ad artisti, guideranno appassionati, giornalisti, ristoratori e addetti ai lavori, verso un seducente percorso di consapevolezza, fornendo gli strumenti necessari per scegliere, imparando a riconoscere i sentori che ne marcano la qualità. 

Riconosciuto il sentore dominante, sarà poi più facile deliziarsi del sapore e della fragranza degli oli attraverso gli straordinari abbinamenti creati a supporto dall’esperienza dei maestri panettieri. Esperienze formative che porteranno in modo fluido e naturale ad associare i diversi tipi di olio ai piatti tipici della tradizione. L’olio verrà raccontato, promosso e proposto a 360 gradi, attraverso la 'spettacolarizzazione' delle sue caratteristiche. Infatti saranno coinvolti musica, teatro, cinema e letteratura. Spettacoli e performance in programma il 29 febbraio e il primo marzo, nel cuore di Trastevere, nello spazio WeGil, a ingresso libero.