Lazio eliminata dal Napoli, Inzaghi amaro: "Grave svista dell'arbitro"

Simone Inzaghi commenta l’eliminazione della Lazio dalla Coppa Italia: “Leiva espulso? Ha sbagliato, ma la svista è stata dell’arbitro”.

Si è chiusa nei quarti di finale l’avventura della Lazio in questa edizione della Coppa Italia. La compagine biancoceleste, detentrice del trofeo, vede arrestarsi la sua corsa al San Paolo contro un Napoli che, reduce da un periodo complicatissimo, proprio contro gli uomini di Inzaghi ha rialzato la testa imponendosi per 1-0.

Una partita, quella che si è giocata martedì sera, nella quale è successo di tutto. Tra goal, legni, rigori sbagliati ed occasioni clamorose, non potevano mancare anche alcuni episodi arbitrali che hanno fatto molto discutere.

Il più clamoroso è avvenuto al 25’ quando Lucas Leiva, dopo un’ammonizione rimediata a seguito di un intervento a centrocampo su Zielinski, ha reagito ad all’ammonizione che gli è stata inflitta mandando platealmente a quel paese l’arbitro Massa che a quel punto non ha potuto far altro che estrarre il rosso. Un evento molto importante della gara, visto che il Napoli era in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Hysaj, che ha generato polemiche perché la sensazione di molti è quella che effettivamente il fatto le centrocampista brasiliano non ci fosse.

Simone Inzaghi, dopo il triplice fischio finale, non ha nascosto la sua amarezza.

“Leiva ha sbagliato nell’occasione dell’espulsione, ma l’ingenuità è dell’arbitro. Lui ha grande esperienza e non doveva reagire in quel modo, ma aveva preso la palla e quindi la svista è del direttore di gara. Può capitare che gli arbitri sbaglino, succede anche agli allenatori, quella di Massa resta però una grande svista. Leiva ha perso il controllo, non gli era mai capitato in tre anni qui con me”.

Secondo il tecnico biancoceleste, quella della Lazio è stata un’eliminazione immeritata.

“Può capitare di perdere una partita ogni quindici, ma abbiamo meritato. Dispiace uscire così dalla Coppa Italia, ma posso dire poco alla mia squadra. Abbiamo dominato ma la palla non voleva entrare, dobbiamo imparare anche da serate come questa”.