Lazio: il Consiglio regionale apptova legge per il cinema

Bet

Roma, 17 giu. (askanews) - "La Regione riconosce, sostiene, valorizza e promuove le attivit cinematografiche e audiovisive, quali forme di libera manifestazione del pensiero e di espressione artistica in grado di contribuire alla valorizzazione e allo sviluppo culturale, economico e sociale del territorio". Cos l'articolo uno della proposta di legge regionale 174, d'iniziativa della Giunta regionale, "Disposizioni in materia di cinema e audiovisivo", approvata oggi dal Consiglio regionale del Lazio, presieduto daMauro Buschini(Pd), con 24 voti a favore, quattro contrari, dieci astenuti. La pl 174, e illustrata all'Aula dal vicepresidente della Regione,Daniele Leodori(Pd). Approvata con alcuni emendamenti, prevede uno stanziamento complessivo nel triennio di 62,5 milioni di euro tra fondi regionali (35,6 milioni di euro) e fondi comunitari (26,8 milioni per il 2020). Il raggiungimento degli obiettivi indicati potr avvenire attraverso interventi promossi o attuati direttamente dalla Regione e la concessione di sovvenzioni, contributi, agevolazioni (anche fiscali), sussidi e benefici economici o altre utilit, anche in forma di garanzie finanziarie, tramite il ricorso a procedure di evidenza pubblica. Con la pl 174, la Regione intende realizzare una serie di obiettivi di promozione e sostegno, attraverso gli strumenti del "Documento programmatico triennale" e del "Piano annuale degli interventi", avvalendosi anche del supporto della Fondazione Film Commission di Roma e del Lazio e della Fondazione Cinema per Roma, oltre che delle societ strumentali regionali. (Segue)