Lazio: la barriera acchiappa rifiuti sull'Aniene

·1 minuto per la lettura

Roma, 22 giu. (askanews) - Continua l'impegno della Regione Lazio in tema di tutela dell'ambiente ed eliminazione dei rifiuti dai fiumi prima che questi arrivino in mare. Dopo i risultati del progetto sperimentale di raccolta dei rifiuti galleggianti sul Tevere, avviato lo scorso ottobre alla foce del fiume a Fiumicino, stamattina il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha inaugurato la nuova barriera antirifiuti galleggianti sul fiume Aniene nel Comune di Roma all'interno della Riserva Naturale Valle dell'Aniene di Roma Natura. Il progetto, grazie a uno stanziamento di 215.499,61 euro diventa pi strutturale e duraturo: le barriere antirifiuti galleggianti diventano due e rimarranno posizionate per un anno intero sia sull'Aniene che sul Fiume Tevere lato Comune di Fiumicino in prossimit della foce. All'inaugurazione hanno partecipato oggi anche Cristiana Avenali, Responsabile Ufficio di Scopo Piccoli Comuni e Contratti di Fiume della Regione Lazio, Antonello Ciotti, Presidente COREPLA e Maurizio Gubbiotti, Presidente di Roma Natura. Obiettivo del progetto realizzato dalla Regione Lazio quello di intercettare i rifiuti galleggianti presenti nei fiumi, costituiti principalmente da materiale plastico, prima che arrivino in mare. Le plastiche compongono oltre l'80% del rifiuto presente in mare. I rifiuti marini provengono per circa l'80% dalla terraferma e raggiungono il mare prevalentemente attraverso i corsi d'acqua e gli scarichi urbani, mentre per il 20% derivano da attivit di pesca e di navigazione. (Segue)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli