Lazio, Patane' (Pd): sulle mascherine Salvini confuso

Bet

Roma, 18 giu. (askanews) - "Della patetica passerella di Salvini al Consiglio regionale del Lazio, tra le tante cose, sorprende il becero giustizialismo che lo porta ad evocare la via giudiziaria nei confronti del Presidente Zingaretti, parte lesa nella vicenda mascherine". Cos in una nota Eugenio Patan, Presidente della Commissione Lavori Pubblici, Mobilit e Trasporti alla Pisana. "Il leader della Lega - aggiunge Patan - evidentemente garantista soltanto sulle questioni che lo riguardano personalmente e su quelle che hanno coinvolto il suo partito e i suoi sodali, dai famosi 49 milioni mai restituiti al caso Lega-Russia, che ha visto al centro l'amico e collaboratore Savoini. Quando si tratta di avversari politici, al contrario, si trasforma nel pi feroce dei giustizialisti chiedendo l'intervento della Magistratura nei confronti di Zingaretti, parte lesa nella vicenda, per una mera questione di inadempimento contrattuale perpetrato da alcune societ che andrebbero punite in sede civile". "Si tratta di un gioco becero da parte di un Salvini sempre pi contraddittorio e confuso. Un atteggiamento che alla base della caduta libera, della Lega e del suo leader, certificata da tutti i pi importanti istituti demoscopici".