Lazio supera Lombardia con Rt a 1,12, in Umbria è zero

webinfo@adnkronos.com

Questa settimana si 'rimescolano' le carte dell'indice di contagiosità: se il valore nazionale di Rt resta sotto 1, nel Lazio è pari a 1,12, superando così il dato registrato in Lombardia (0,82), la regione più duramente colpita da Covid-19. E' quanto emerge dal Report settimanale del monitoraggio Iss-ministero della Salute relativo al periodo 8-14 giugno.  

Se il dato del Lazio, annunciato già ieri dall'assessore alla Sanità Alessio D'Amato, risente dei focolai individuati e contenuti in questa settimana, nelle altre regioni Rt resta basso, con l'Umbria ancora a 0 e Calabria (0,04) e Sardegna (0,03) molto vicine. 

In Campania - dove non sono mancate in questi giorni le polemiche per i recenti festeggiamenti dei tifosi del Napoli - nella settimana dall'8 al 14 giugno, Rt è rimasto a 0,46. Le regioni del Nord vanno dallo 0,8 della Liguria, allo 0,69 del Veneto, con il Piemonte a 0,56.  

Bene anche Valle d'Aosta (0,45), Friuli Venezia Giulia (0,57), Bolzano (0,21) e Trento (0,32). Scendendo lungo lo Stivale in Emilia Romagna l'Rt è a 0,62, in Toscana a 0,75, in Abruzzo a 0,57, in Molise a 0,35, nelle Marche a 0,59, in Basilicata a 0,1. Infine in Puglia il dato è a 0,62 e in Sicilia a 0,72.