Lazio-Torino, Burdisso chiarisce: "Mai detto che Immobile non mi ha toccato"

Nicolas Burdisso smentisce la ricostruzione fatta da Tare e Parolo sullo scontro con Immobile: "Non ho detto che non mi ha toccato".

Lazio-Torino, il giorno dopo. A quasi 24 ore dalla partita della rabbia biancoceleste prende la parola Nicolas Burdisso, protagonista dello scontro con Immobile che ha provocato l'espulsione dell'attaccante tramite VAR.

Il difensore argentino, intervistato da 'Sky', ha smentito la ricostruzione dell'episodio fatta a caldo da Tare e Parolo: "Dicono che io avrei detto all'arbitro che Ciro non mi ha toccato ma non ho mai detto queste cose in campo". 

Quindi Burdisso chiarisce quali sono state le sue reali parole all'arbitro Giacomelli: "Gli ho detto di non preoccuparsi, che era un problema tra me e Immobile. Poi lui ha fatto il suo lavoro. Le immagini sono chiare. Lui mi viene addosso".

Il difensore del Torino, quindi, nega di avere 'assolto' l'avversario e smentisce quanto riportato lunedì sera sia dal dirigente della Lazio che da alcuni compagni di Immobile: "Non ho fatto scenate, mi dispiace essere qui a parlare di questo mentre dovremmo parlare della gran partita del Toro. Volevo più che altro chiarire che quello che hanno detto Tare e Parolo non è vero".

Ora resta da capire cosa scriverà l'arbitro nel referto e quale sarà la decisione del Giudice Sportivo che, se ritenesse quello di Immobile un gesto violento, potrebbe squalificare l'attaccante della Lazio per 3 giornate ed escluderlo dal big-match contro l'Inter.

Infine Burdisso chiosa: "Giallo per me? Io sono fermo e sto parlando con Immobile, che mi viene addosso. Non ho fatto scenate, sono caduto perché mi veniva addosso. Ognuno è libero di difendere i suoi interessi. Capisco i dirigenti e i giocatori, ma io ho detto la mia".