Lazio, Zingaretti presenta nuova giunta con M5S

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

"Via l’assessore Sartore, che ha seguito le deleghe al bilancio ed è stata fondamentale per poter dire che il Lazio ha un bilancio virtuoso, forte e che ora fa parte nuovo governo Draghi, e Pugliese che, con la sua passione e la serietà, rimane per la Regione una risorsa straordinaria: si occuperà di un settore strategico, quello del cinema e l’audiovisivo". Ha iniziato così Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, nell’elencare la nuova giunta.

"Entrano Roberta Lombardi, in questi mesi capogruppo regionale, con deleghe strategiche per affrontare il tema dell’ambiente, e Valentina Corrado - continua Zingaretti - che si occuperà del rilancio del settore turismo, di enti locali, sicurezza urbana e polizia locale. Nella squadra anche la dottoressa D’Ercole, direttore generale della Regione e sostituisce Andrea Tardiola, che ha seguito dopo il terremoto di Amatrice con dossier delicatissimi". "Ci sono modifiche - ha aggiunto il presidente - una riguarda il nostro vicepresidente Leodori, al quale andranno le deleghe al bilancio, al demanio e ai rapporti istituzionali, Di Berardino anche con delega al personale, Onorati alle pari opportunità, Troncarelli anche delega a beni comuni e Orneli, cui tornano le deleghe all’Università e alla conoscenza. E' un riassetto generale della giunta che si riafforza per prossimi due anni".

"Oggi nel Lazio si forma una nuova maggioranza per lavorare meglio ed essere più vicini ai problemi delle persone - aggiunge Zingaretti - Le identità restano, una diversità che si unisce per realizzare delle cose è una buona notizia. Si combatte uniti per un bene comune delle persone, è una piccola grande rivoluzione, mai accaduto che due figure diverse si unissero".

"Una giunta nuova, figlia di un accordo programmatico all’interno del consiglio programmatico del Lazio, che ha dei motivi molto semplici: siamo convinti che l’Italia, la nostra regione, la nostra comunità ora abbia bisogno di affrontare alcune grandi emergenze: fermare la pandemia con misure di contenimento e correndo nella campagna vaccinale. Accanto agli aspetti sanitari c’è l’urgenza sociale e del lavoro: abbiamo davanti la grande sfida di ricostruire la fiducia. Insieme abbiamo avuto la passione e il coraggio di provare a realizzare questa unità, tutti abbiamo fatto un passo in avanti e abbiamo deciso di occuparci del bene comune in maniera più seria per lo sviluppo e l’innovazione. Oltre a tutte le forze è un fatto politico nuovo, con movimento 5 stelle è un accordo alla luce del sole, dopo mesi di dura opposizione, ma anche di confronto nel merito dei contenuti", ha detto ancora Zingaretti.

"Oggi diamo vita a una nuova maggioranza - ha affermato ancora - e credo il risultato sia quello di una politica più credibile e di un Lazio più forte. Mai la Regione ha avuto la stessa figura del presidente per due volte consecutive e per la prima volta due squadre si uniscono per lavorare per il bene comune della comunità. Il segno che la politica, se vuole, può avvicinarsi per risolvere problemi persone".