L'azione dimostrativa del gruppo Futuro Vegetal, in custodia le eco-attiviste

Nuovo attacco degli attivisti climatici in un museo: è il turno di un Goya al Prado
Nuovo attacco degli attivisti climatici in un museo: è il turno di un Goya al Prado

Questa settimana è venuto il turno del museo del Prado di Madrid di subire l’attacco dei giovani eco-attivisti: nel mirino due quadri dipinti da Goya, che però non sono state danneggiate in alcun modo.

L’azione dimostrativa del gruppo Futuro Vegetal, in custodia le eco-attiviste

Nuovo capitolo del tentativo di sensibilizzazione verso il clima da parte delle associazioini giovanili: a mettersi all’opera questa volta il gruppo “Futuro Vegetal”, due ragazze facenti parte del collettivo, hanno incollato le loro mani sulle cornici di due quadri di Francisco De Goya, conservati presso il museo del Prado di Madrid: “La Maja nuda” e “La Maja vestita”. Tra i due quadri è stata scritto sul muro +1,5°C, per avvisare dell’aumento incontrollato della temperatura globale: “che causerà un clima instabile e gravi conseguenze in tutto il pianeta”.

Il gruppo ha spiegato su Twitter la propria iniziativa: “La scorsa settimana l’Onu ha riconosciuto l’impossibilità di rimanere al di sotto del limite di aumento dell’accordo di Parigi di 1,5° di temperatura media rispetto ai livelli preindustriali”.

Nonostante non siano stati arrecati danni ai quadri le due giovani sono state messe in custodia dalla polizia, inutili intanto i controlli aggiuntivi messi in atto dal Ministero della Cultura spagnolo, che qualche settimana prima dell’attacco aveva dichiarato di ver rafforzato le proprie misure di sicurezza.

Qui sotto potete recuperare il video dell’atto dimostrativo.