Le 10 frasi usate dagli uomini che tradiscono

Stefania Leo
non avremmo mai dovuto

Perché gli uomini tradiscono? Attorno a questo arcano legioni di donne si arrovellano senza sosta. Francesca Bonafini e Caterina Falconi sono tra queste: le loro elucubrazioni sono finite in un libro, "Non avremmo mai dovuto. Le frasi che gli uomini sposati dicono alle amanti" (Ad est dell'equatore). In un serrato rimpallo tra pensieri, aneddoti ed esperienze letterarie, chiamate a suffragare lo smarrimento, l'ironia e la bruttura di certe situazioni, le due autrici aiutano le malcapitate amanti a interpretare frasi sibilline nel modo corretto, a partire da quel terribile "Non avremmo mai dovuto".

"Gli uomini sposati tradiscono per innumerevoli ragioni", spiegano Bonafini e Falconi. "Per narcisismo, noia, fragilità, o talvolta perché si innamorano davvero. Il punto, a parer nostro, non è soltanto perché lo facciano, ma perché perseverino. Ce lo siamo chieste compulsivamente, nel corso delle lunghe telefonate in cui parlavamo di questi argomenti, ore e ore al telefono a ripeterci sempre le stesse cose. E l’unica risposta su cui fossimo d’accordo era che, se gli uomini sposati perseverano nel tradire, è perché vogliono altresì perseverare nel matrimonio. In altre parole sono intenzionati a protrarre la bigamia il più a lungo possibile, e per riuscirci attingono, più o meno consciamente, a un repertorio di frasi strategiche, comuni a tutta la categoria dei traditori".

Il libro nasce proprio per indagare il comportamento contraddittorio dei fedifraghi (sposati o no) che, "pur dichiarandosi follemente innamorati delle amanti, ricusano di dire alla moglie che hanno un’altra e di conseguenza di schiodarsi dal talamo" spiegano le autrici. Una situazione corredata da una serie di frasi standard, trite e ritrite, propinate a donne di ogni tipo. "Abbiamo raccolto dunque queste frasi, corredandole di storie vere di quotidiana comicità, perché l'unico modo per uscire sani di mente dalle faccende di corna è ridere, ridere, e ancora ridere".

Ecco secondo Francesca Bonafini e Caterina Falconi le 10 frasi più usate dagli uomini sposati con le loro amanti.


Francesca Bonafini Caterina Falconi

Una tra le più caratteristiche è quella che il fedifrago dice all'amante dopo esserci andato a letto la prima volta (o tutte le volte in cui risulti proficuo mostrare contrizione): “Non avremmo mai dovuto!”, seguita immancabilmente da: "Non deve ripetersi". Entrambe queste proposizioni fanno parte dei ripensamenti post-coitali, cosiddetti per il loro caratteristico manifestarsi a seguito di una copula – assolutamente mai prima – e per il loro carattere di transitorietà.

Nel corso di una relazione adulterina, che solitamente attraversa varie fasi (tutte minuziosamente affrontate nel manuale), alcune tipiche frasi fedifraghe sono:

Io non ti farò mai soffrire!”.

Dammi sei mesi”.

Tu non ci crederai, ma lo facciamo una volta all'anno”.

Non sarà sempre così per noi!”.

Vi amo entrambe in modo diverso”.

Non posso permettermi una separazione”.

Mia moglie è una brava compagna, anche se non mi capisce”.

Stavo quasi per dirglielo”, a cui segue inevitabilmente: “Non ce l’ho fatta”.

“Io non ti merito”.

"Il fedifrago, nel tentativo di costruirsi un alibi al suo temporeggiare, fa inoltre un uso spasmodico di quella che in gergo manualistico si chiama infilata di disgrazie, ossia la lamentazione di una fitta serie di sventure ed emergenze familiari", concludono le autrici. Ora c'è da chiedersi se, a questo manuale, seguirà quello con le frasi delle fedifraghe...