Le affermazioni complottiste del direttore di R.Maria

·1 minuto per la lettura
Radio Maria sul Covid: "Complotto demoniaco"
Radio Maria sul Covid: "Complotto demoniaco"

Secondo Radio Maria, il Covid è frutto di un complotto mondiale. Lo ha dichiarato il direttore don Livio Fanzaga, direttamente dai microfoni della sua emittente: “Questa epidemia è un progetto che io ho sempre attribuito al demonio che agisce attraverso menti criminali che l’hanno realizzato con uno scopo ben preciso”, ha affermato, “creare un passaggio repentino, dopo la preparazione ideologica, politica e mass mediatica, per un colpo di Stato sanitario o massmediatico”.

Radio Maria: “Covid di Satana”

Don Fanzaga sostiene quindi che il Covid sia un un progetto per colpire l’Occidente “forse non solo da parte della Cina”, senza nulla di casuale. Il mandante? Satana, con le élites mondiali come pedine e fautori della sua volontà. “Costruire un mondo nuovo senza Dio. Il mondo di Satana, dice il direttore di Radio Maria, “Dove saremmo tutti degli zombie. È un progetto, non una cosa campata per aria. Vorrebbero realizzarlo entro il 2021, a mio parere”.

“Covid, progetto dittatoriale”

Il progetto satanico mira dunque a “mettere in ginocchio l’umanità, instaurate una dittatura sanitaria e cibernetica, creando un mondo nuovo che non è più di Dio Creatore, attraverso l’eliminazione di tutti quelli che non dicono sì a questo progetto criminale portato avanti dalle élites mondiali, con complicità magari di qualche Stato”. Secondo quanto afferma don Livio Fanzaga, questo complotto ai danni dell’Occidente sarebbe poi strettamente connesso con le recenti Elezioni Americane 2020, che hanno visto trionfare Joe Biden ma stanno ancora suscitando polemiche circa possibili brogli alle votazioni.