Le alghe brune sono miracolose per combattere il riscaldamento globale

ZUMAPRESS.com / AGF

AGI - Le alghe brune sono vere piante miracolose quando si tratta di assorbire l'anidride carbonica dall'aria. In questo superano persino le foreste terrestri e svolgono quindi un ruolo decisivo per l'atmosfera e il nostro clima. Ma cosa succede all'anidride carbonica dopo che le alghe l'hanno assorbita? I ricercatori del Max Planck Institute for Marine Microbiology riferiscono negli Atti della National Academy of Sciences (PNAS) che le alghe brune possono rimuovere grandi quantità di anidride carbonica dal ciclo globale a lungo termine e quindi possono contrastare il riscaldamento globale. Le alghe brune potrebbero rimuovere ogni anno fino a 0,55 gigatonnellate di anidride carbonica dall'atmosfera.

Le alghe brune sono particolarmente diffuse sulle rive rocciose alle latitudini temperate e fredde e assorbono grandi quantità di anidride carbonica dall'aria di tutto il mondo. Le alghe assorbono l'anidride carbonica dall'atmosfera e usano il carbonio per crescere. Rilasciano nell'acqua di mare fino a un terzo del carbonio che assorbono, ad esempio sotto forma di escrezioni zuccherine. A seconda della struttura di queste escrezioni, vengono rapidamente utilizzate da altri organismi o affondano verso il fondo marino. "Le escrezioni di alghe brune sono molto complesse e quindi incredibilmente complicate da misurare", afferma il primo autore Hagen Buck-Wiese del Max Planck Institute for Marine Microbiology di Brema. "Tuttavia, siamo riusciti a sviluppare un metodo per analizzarli in dettaglio".

Le alghe brune sono straordinariamente produttive. Si stima che assorbano circa 1 gigaton (un miliardo di tonnellate) di carbonio all'anno dall'aria. Utilizzando i risultati del presente studio, ciò significherebbe che fino a 0,15 gigatonnellate di carbonio, equivalenti a 0,55 gigatonnellate di anidride carbonica, vengono sequestrate dalle alghe brune ogni anno a lungo termine. Per fare un confronto, le alghe brune potrebbero legare quasi tutte le emissioni di anidride carbonica della Germania, dicono gli autori.