Le banche e il nuovo paradigma dello sportello virtuale

·2 minuto per la lettura

Secondo un sondaggio dell'Economist Intelligence Unit, quasi due terzi dei dirigenti del settore bancario di tutto il mondo pensano che il modello basato sulle filiali possa essere concluso entro cinque anni. Degli oltre trecento dirigenti intervistati dall'EIU, il 65% pensa che il modello di filiale scomparirà entro cinque anni, mentre solo quattro anni fa alla stessa domanda rispondevano così il 35% degli intervistati. Il 65% considera le nuove tecnologie come cloud, intelligenza artificiale e API come le tendenze che avranno il maggiore impatto sul settore nei prossimi quattro anni, rispetto al 42% di tre anni fa. Oltre l'80% ritiene soprattutto che sarà l'IA il principale elemento di differenziazione tra le banche e un terzo degli intervistati sta concentrando i propri investimenti tecnologici proprio su piattaforme di intelligenza artificiale. Accelerate all'azione dalla pandemia, le previsioni indicano che le attività del settore si evolveranno in ecosistemi nei prossimi due anni, il che coinvolgerà le banche in partnership con terze parti bancarie e non bancarie.

La nuova piattaforme per la virtualizzazione della filiale intervengono in un panorama come quello italiano che, se consideriamo i dati Banca d'Italia, solo nell’ultimo decennio vede la riduzione del numero di sportelli da 34mila fino a 24mila. Un taglio di un terzo, che dovrebbe continuare anche nei prossimi anni e che traccia un rapporto tra filiali e abitanti nella proporzione di 29 ogni 100mila, di contro alle 5 filiali su 100mila abitanti che ci sono per esempio in un paese come la Finlandia fortemente spinto verso i pagamenti digitali. In quest'ottica le esperienze di compenetrazione tra fisico e virtuale cominciano a diffondersi anche nel nostro paese: dalla collaborazione tra Cassa di Risparmio di Volterra e Armundia Group nasce per esempio la piattaforma Armundia Face2Face, che l'istituto di credito propone con il nome di Filiale Virtuale. La piattaforma consente al cliente di mantenere anche a distanza il contatto umano con il proprio consulente attraverso l'innovazione digitale di una video chiamata live. L'obiettivo è quello di valorizzare il legame con il territorio e le persone, convergendo sulle nuove tecnologie di relazione che garantiscono le fondamentali funzioni di uno sportello bancario.

Filiale Virtuale è una piattaforma web di video meeting e video chat professionale di ultima generazione, che svolge tutte le funzioni necessarie alla virtualizzazione di alcuni servizi erogati dalle filiali in modo totalmente conforme alle normative, coniugando i vantaggi di una relazione fisica tradizionale (capacità di ascolto, intercettazione dei bisogni, attenzione, contatto visivo, tocco umano, interazione) con quelli tipici di un servizio digitale da remoto (comodità, rapidità, puntualità, ubiquità). Il sistema consente ai clienti di prenotare un appuntamento e incontrare in remoto il proprio consulente anche quando non si è nella stessa città o non ci si può recare fisicamente in banca. Uno strumento che permette anche di sottoscrivere contratti a distanza grazie all'integrazione di sistemi di firma elettronica qualificata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli