Le "bolle" anti Covid per i Mondiali di sci di Cortina 2021

Riccardo Bastianello
·1 minuto per la lettura

AGI -  'Bolle' per gruppi di lavoro in aggiunta a tutte le misure anti contagio. È una delle novità pensata per gestire l'afflusso di ospiti ai  Cortina Campionati del mondo di sci alpino Cortina 2021, in programma nella Regina delle Dolomiti dal 7 al 21 febbraio.

Il Protocollo di Prevenzione e Igiene stilato da Fondazione Cortina 2021 in collaborazione con il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Comitato Tecnico-Scientifico prevede oltre al costante utilizzo di mascherina, sanificazione delle mani e misurazione della temperatura corporea ad ogni primo accesso la creazione di una Task Force composta da un rappresentante della FIS stessa, dai Covid-19 Manager di Fondazione Cortina 2021 e della FISI e dal coordinatore dei servizi medici dell'evento.

Con le "bolle" limitati al minimo contatti e condivisione spazi

Per favorire il distanziamento sociale, i Mondiali adotteranno il principio delle “bolle” proposto da Fis. Si tratta di un ecosistema di gruppi di lavoro omogenei, che dovranno limitare al minimo i contatti con l'esterno e la condivisione di spazi fisici durante l'evento.

In questo modo, sarà possibile preservare il principio di isolamento dei vari gruppi, evitando le intersezioni fra gli stessi durante tutto il periodo di permanenza a Cortina. Le bolle sono individuate da colori diversi: bolla rossa (atleti, allenatori, medici delle squadre, fisioterapisti, skimen, accompagnatori, personale della FIS, della giuria, ...); bolla gialla (giornalisti, fotografi, operatori dei broadcaster esteri); bolla blu (staff dell'organizzazione, volontari, personale di supporto, Forze dell'Ordine, fornitori) e bolla verde (guest, ospiti, autorità).