Le Borse provano il rimbalzo e il Tesoro oggi dà il via a nuove aste di titoli di Stato

Antonio Cardarelli
·3 minuto per la lettura
Le Borse provano il rimbalzo e il Tesoro oggi dà il via a nuove aste di titoli di Stato
Le Borse provano il rimbalzo e il Tesoro oggi dà il via a nuove aste di titoli di Stato

Prevale l'incertezza sulle piazze europee a causa dell’aumento dei contagi e delle tensioni sociali. Intanto il Tesoro si prepara a collocare nuovi titoli governativi sulla scia dell’ottimo risultato del Btp trentennale

Prevale la cautela sulle piazze finanziarie europee dopo una nottata segnata dagli scontri tra manifestanti e polizia in molte città italiane a seguito delle nuove misure per contenere i contagi. Piazza Affari prova un difficle rimbalzo e nei primi minuti di scambio si porta in area positiva (+0,2%) per poi ripiegare in terreno negativo, leggermente meglio Francoforte (ieri appesantita dalle perdite del colosso SAP) che apre in rialzo dello 0,3% salvo poi tornare in leggero rosso. Apre sotto la parità Parigi, con il CAC40 in area negativa, mentre Londra (FTSE 100) e Madrid (IBEX35) nei primissimi scambi riescono a rimanere sopra la parità.

GLI ELEMENTI DI INCERTEZZA

Risultato incerto delle elezioni presidenziali, aumento dei contagi con prime forti tensioni sociali in Europa e in particolare in Italia, rinvio del pacchetto di stimolo negli Usa. Sono questi i tre elementi che pesano sulle Borse europee e mondiali, in parte edulcorati dai progressi registrati sul fronte vaccino anti-Covid. Ieri Wall Street ha accusato perdite importanti, con il Dow Jones a -2,29%, S&P 500 a -1,86% e l’indice tecnologico Nasdaq a -1,64%. L’incertezza ha contagiato anche i mercati asiatici, con la Borsa di Tokyo che è riuscita a recuperare fino a chiudere intorno alla parità mentre la borsa di Hong Kong (che si prepara ad accogliere la mega-Ipo di Ant Group) è avviata verso una chiusura negativa.

LE NUOVE ASTE DI TITOLI DI STATO

Intanto, dopo il successo del collocamento del Btp a 30 anni con richieste di 90 miliardi di euro a fronte di un’offerta di 8 miliardi, il Ministero del Tesoro torna a collocare nuovi titoli sul mercato. Si comincia oggi con l’asta dei Ctz settembre a 24 mesi (scadenza 28-9-2022, ISIN IT0005422487) per un importo di circa 2 miliardi e dei BTP euro-i a 5 anni (scadenza 15-5-2026, ISIN IT0005415416) per un valore tra 500 e 750 milioni.

DOMANI TOCCA AI BOT

Domani è previsto il collocamento dei BOT a sei mesi per 6 miliardi (scadenza 30-4-2021, ISIN IT0005423154). Giovedì 29 ottobre si chiude la tre giorni di collocamenti con le aste dei BTP a medio-lungo termine e con l’asta del CCT eu per un miliardo (scadenza 15-12-2013, ISIN IT0005399230). Nel dettaglio, saranno i BTP 5 anni (scadenza 1-2-2026, ISIN IT0005419848) e 10 anni (scadenza 1-4-2031, ISIN IT0005422891) per un valore complessivo di circa 11 miliardi di euro.

ORO IN RIALZO

Sul fronte delle materie prima il petrolio, recupera terreno, ma restano i timori sul fronte della domanda: i future del Wti dicembre salgono dello 0,7% a 38,83 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza crescono dello 0,67% a 40,73 dollari. Infine oro in rialzo, con gli investitori che si spostano sugli asset considerati più sicuri: i future spot dell'oro salgono dello 0,3% a 1.908,02 dollari l'oncia.