Le dichiarazioni del generale Figliuolo

·2 minuto per la lettura
Figliuolo
Figliuolo

Il generale Francesco Figliuolo, commissario per l’emergenza Covid, ha commentato il caos che si sta creando per i tamponi, cercando di mettere a tacere le polemiche che si sono create negli ultimi giorni.

Caos tamponi, Figliuolo cerca di bloccare le polemiche

Il generale Francesco Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, ha usato un paragone molto particolare per commentare il caos che si sta creando a causa dei tamponi. Mentre era in visita all’hub vaccinale di Torino, dedicato ai bambini, ha cercato di mettere a tacere le polemiche nate in questi giorni in cui la domanda per i test è aumentata in modo significativo. Tra l’aumento dei positivi, quello dei contatti stretti e tutte le persone che volevano essere più tranquille durante le feste, farmacie e centri hanno esaurito le scorte di tamponi e si sono create delle lunghe file di attesa.

Caos tamponi, Figliuolo: “Se fate la fila per il Black Friday potete farla anche per i test”

Spesso i cittadini fanno file e file ai Black Friday per acquistare il capo griffato… Giusta la critica, giusto lamentarsi, perché vorremmo vivere in un Paese perfetto, però c’è gente che da due anni tira tutti i giorni, se si è preso un po’ di pausa anche il commissario se ne fa una ragione” ha dichiarato il generale Figliuolo, cercando di fermare le polemiche riguardo quello che sta succedendo davanti alle farmacie. Una risposta che invece di placare le polemiche ne ha scatenate altre.

Caos tamponi, Figliuolo: le polemiche

La risposta di Figliuolo per molti è stata abbastanza fuori luogo. In tanti hanno pensato che fosse inutile paragonare la questione al Black Friday, ma che fosse più produttivo spiegare per quale motivo non sono stati acquistati più tamponi visto che con le feste si poteva prevedere l’aumento della domanda. In tanti iniziano a pensare che le istituzioni stiano scaricando un po’ troppe responsabilità sui cittadini, senza mai ammettere errori e ritardi. La carenza di tamponi e di disponibilità di luoghi dove poterli effettuare ha creato molti disagi, che potevano essere evitati. Ci sono addirittura persone che hanno sintomi e non riescono a fare il tampone, così come persone che hanno avuto contatti e devono attendere in isolamento più del dovuto prima di riuscire ad avere delle risposte. Per questo in tanti si sarebbero aspettati parole diverse dal commissario per l’emergenza Covid.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli