Le dichiarazioni del governatore veneto sui profughi afghani

·1 minuto per la lettura
Zaia: in Veneto, no profughi afghani
Zaia: in Veneto, no profughi afghani

Afghanistan: secondo Zaia, il Veneto non può accogliere i profughi afghani poiché, nella Regione, “ci sono già troppi turisti”.

Afghanistan, Zaia: stop all’accoglienza di profughi afghani

“Con il turismo, la popolazione veneta è pressoché raddoppiata: in questo momento degli arrivi sarebbero per noi un caos”: è quanto affermato dal governatore del Veneto, Luca Zaia, parlando dei corridoi umanitari dall’Afghanistan in occasione di una conferenza a Palazzo Balbi, a Venezia.

Afghanistan, Zaia: “L’Europa si dimostra latitante”

Il governatore della Regione non si è risparmiato sul resto dell’Europa: “L’Europa anche questa volta si dimostra latitante… speriamo che l’Italia non debba farsi carico anche questa volta della situazione”, ha detto commentato riferendosi agli arrivi a Lampedusa e affermando che “anche se è un confine dell’Italia, è un confine dell’Europa“.

Zaia ha poi ribadito: “Noi siamo in difficoltà in questo periodo dell’anno quindi dire ospitalità senza se e senza ma non è possibile. Ovvio che donne e bambini e le situazioni estreme devono trovare aiuto però è pur vero che l’Italia ha già dato tanto“.

Afghanistan, Zaia sulla ritirata degli americani

Il governatore leghista ha concluso: “Ho visto una bella dichiarazione di Johnson che dice agli americani che devono stare lì anche oltre il 31 di agosto, non me ne intendo di geopolitica internazionale però penso che la ritirata dall’Afghanistan non sia stata una buona cosa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli