Le dichiarazioni di Alessandro Di Battista

·2 minuto per la lettura
Alessandro Di Battista
Alessandro Di Battista

Alessandro Di Battista, in un’intervista per il Corriere, ha parlato del Movimento 5 Stelle, del ritorno in piazza, del futuro del Quirinale e del Covid.

Alessandro Di Battista: “Faccio battaglie politiche”

Alessandro Di Battista ha rilasciato un’intervista per il Corriere in cui ha parlato dell’agenda politica e sociale, prendendo anche le distanze dai suoi ex colleghi del Movimento 5 Stelle. Ha parlato del suo ritorno in piazza, del futuro del Quirinale, del vaccino e della volontà di un progetto con Virginia Raggi, spiegando che il suo sguardo è rivolto ai “diritti economici e sociali“. In questo momento l’ex deputato sta girando per le piazze italiane. “Faccio battaglie politiche insieme a migliaia di cittadini ed è il miglior modo per costruire. Poi si vedrà” ha dichiarato, rispetto al discorso delle possibili votazioni nel 2022. Gli è stato chiesto come si immagina un nuovo movimento e lui ha risposto che qualche mese fa ha dichiarato a Bersani che l’urgenza sono i diritti econimici e sociali, trovandolo d’accordo.

Alessandro Di Battista: “Il M5s è drammaticamente irrilevante”

Virginia Raggi ha dichiarato che Alessandro Di Battista deve essere ascoltato. Per questo lui l’ha ringraziata, sottolineando di aver perso una grande sindaca. Se dovesse esserci un progetto in comune sarebbe felice di poter collaborare con lei. “Il M5s oggi è drammaticamente irrilevante” ha dichiarato Di Battista. “Sono sudditi più o meno inconsapevoli del Draghistan” ha aggiunto, sottolineando che ci sono stati dei problemi interni al movimento, che lui ha lasciato per ragioni politiche. Per convincerlo a tornare nel Movimento 5 Stelle dovrebbero disconoscere il 90% di quello che hanno fatto in questi ultimi 9 mesi. Non credo che abbiano il coraggio di farlo“. Per quanto riguarda Berlusconi, che ha lodato il reddito di cittadinanza, l’ex deputato ha sottolineato che “vuole il Quirinale“.

Alessandro Di Battista: “Fatico a salvare qualcosa di un governo composto da Salvini, Berlusconi, Renzi e presediuto da Draghi”

Alessandro Di Battista chi vorrebbe come presidente? “Gustavo Zagrebelsky. Al Paese serve un amante della Costituzione” ha risposto l’ex deputato. “Fatico a salvare qualcosa di un governo composto da Salvini, Berlusconi, Renzi e presieduto da Draghi” ha dichiarato Di Battista, che ha sempre dato un giudizio negativo al governo. Per quanto riguarda il vaccino, l’ex deputato si è dichiarato favorevole, ma ha espresso dei forti dubbi sulla somministrazione del vaccino agli under 12. Secondo l’ex deputato il Covid “doveva convincere i politici sulla necessità di rafforzare lo Stato. Invece si sta tornando a privatizzare ogni cosa“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli