Le donne della yakuza al Festival Fotografia Europea

(Adnkronos) - Una birra insieme ad un boss della yakuza: un evento casuale ha rappresentato la svolta della vita professionale di Chloé Jafé, che, da quel giorno, non è stata più la stessa. Quell’incontro– racconta oggi, a distanza di anni la fotografa francese – è stato il primo capitolo di un progetto che ora gli italiani possono ammirare nei Chiostri di San Pietro, a Reggio Emilia. “I give you my life” è una delle mostre selezionate per “Fotografia Europea”, il festival, diffuso in vari spazi della città emiliana, in corso fino al 12 giugno e dedicato al tema “Un’invincibile estate”. L’obiettivo di Jafé era quello di fotografare la misteriosa esistenza di donne, mogli, figlie, sorelle, compagne dei boss della temuta mafia giapponese: “Ho voluto alzare il velo su una parte poco nota della società femminile nipponica – spiega la fotografa - nessun pregiudizio: lasciamo parlare le foto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli