Le Dritte di Andrea: trackday... con quale trazione iniziare?

feedback@motor1.com (Redazione)
le Dritte di Andrea TrackDays questione di trazione

Anteriore o posteriore? O magari integrale? Oggi parliamo di come approcciare il mondo dell'usato nei trackdays

Divertirsi al volante è una questione di trazione? Non solo, ma l'argomento è molto caldo. Di solito Andrea vi parla di auto usate, ma anche oggi sfioreremo qualche modello da poter consigliare per quelli che vengono comunemente chiamati TrackDays. In altre parole? Divertimento tra i cordoli! Ma allora, è meglio una anteriore, una posteriore...o una integrale? Domanda che potrebbe sembrare scontata, ma non così tanto!

Con cosa iniziare?

Non c'è una risposta univoca. Ognuno può avere inclinazioni e gusti, dedizioni per un marchio o un modello. E, sopratutto per iniziare a correre in pista, l'ideale è apprendere con un modello ed una trazione che vi permettano di capire al meglio le reazioni di una guida sempre più al limite, tra trasferimenti di carico, potenza, gestione del gas e via dicendo. Ed allora, partire con una buona trazione anteriore è forse l'approccio migliore. Non storcete il naso: tantissimi piloti hanno iniziato con l'anteriore. Un esempio su tutti? Paolo Andreucci che vinceva con una 106 XSI. Ed a prezzi competitivi, quelle piccole e arrabbiate degli anni Novanta si possono trovare anche oggi.

Leggi anche:

Posteriore o integrale?

Una volta presa la mano alla trazione anteriore, lo step successivo è la posteriore. E potreste non voler tornare più indietro, o andare avanti. E' un bilanciamento che funziona e che diverte. Ed alla fine, si può arrivare alla trazione integrale. Già ma come? Beh, ci pensa Andrea nel suo video con le sue Dritte a raccontarvi passo dopo passo, come arrivare a quel livello, quali auto utilizzare e via dcendo.