Le esequie di Stefano D’Orazio si terranno nella capitale il 9 novembre

·2 minuto per la lettura
Pooh
Pooh

A pochi giorni dall’ultimo saluto rivolto a Gigi Proietti, Roma si prepara ad accogliere un’altra celebrazione funebre.

Roma, mondo dello spettacolo: un altro addio

Le immagini delle esequie del mattatore romano Gigi Proietti e dell’auto che ne trasportava il feretro tra le vie di una Roma semideserta a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria sono ancora estremamente vivide in coloro che hanno assistito, dal vivo o da casa, all’evento. A pochi giorni dal 5 novembre, tuttavia, la capitale si sta nuovamente organizzato per dire addio a un altro personaggio del mondo dello spettacolo: il musicista e storico batterista dei Pooh Stefano D’Orazio, nato a Roma nel 1948 e deceduto in ospedale a causa di complicanze, dopo aver contratto il Covid-19.

I funerali di Stefano D’Orazio

I funerali di Stefano D’Orazio si terranno a Roma il 9 novembre: la cerimonia sarà preceduta da un corteo, scortato dai motociclisti della polizia locale di Roma Capitale, la cui partenza è prevista per le ore 14:40 in piazza del Campidoglio. Da piazza del Campidoglio, il corteo attraverserà via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, via del Corso, via del Tritone, piazza di Spagna e via del Babuino.

Le esequie verranno celebrate, invece, alle ore 15:00 presso la Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo, in forma privatae nel pieno rispetto delle regole e delle restrizioni intimate dall’emergenza coronavirus.

La sindaca di Roma Virginia Raggi non potrà rendere omaggio al musicista in quanto risultata positiva al Covid e attualmente costretta a restare in isolamento. Pertanto, un rappresentante della sindaca farà le sue veci e presenzierà a nome della capitale e dei romani.

Roma Capitale, inoltre, sta partecipando energicamente all’organizzazione dell’evento e, in collaborazione con la famiglia di Stefano D’Orazio, tenterà di permettere a tutti coloro che vorrebbero salutare per l’ultima volta l’artista di essere in qualche modo presenti.