Le esplode l’intestino anni dopo il cesareo: “Servono 5 trapianti”

michelle oddy

L’intestino di Michelle Oddy, 43enne affetta dal morbo di Crohn, è esploso in prossimità della cicatrice del suo cesareo. Un mattina, quando la donna si è svegliata, ha scoperto che il suo intestino era letteralmente esploso causando la fuoriuscita di feci e sangue. Un fistola ha infatti lacerato la cicatrice del cesareo che la donna aveva subito 10 anni prima, causandole un’insufficienza pluriorgano. Michelle è riuscita ad andare in ospedale in tempo, e i medici le hanno spiegato che anche qualche ora di ritardo le sarebbe stata fatale. Nonostante ciò, ancora oggi, a distanza di anni, Michelle sta rischiando la vita e ha bisogno di 5 trapianti per poter sopravvivere.

Alimentata artificialmente

La donna è rimasta quattro mesi in ospedale e i medici le hanno prescritto un’alimentazione liquida che le desse i nutrienti senza però farla mangiare e quindi senza sforzare l’intestino. Secondo quanto riporta il Sun, da allora Michelle viene alimentata artificialmente e ha una sacca per colostomia permanente. I suoi organi si sono deteriorati, e oggi ha bisogno di avere un nuovo fegato, pancreas, intestino tenue, intestino crasso e metà dello stomaco. L’operazione richiederà 20 ore per essere completata e la donna avrà il 35% di possibilità di morire sul tavolo operatorio. Nonostante questo margine di rischio, Michelle è comunque convinta di farlo e spera che i medici riescano a trovare un donatore. Il suo obiettivo è garantire una vita migliore non solo a sé stessa ma a tutta la sua famiglia, che da anni soffre con lei.