Le fiamme hanno colpito il quarto piano di un edificio ad Osaka e si segue la pista dolosa

·1 minuto per la lettura
Una delle "squad" dei Vigili del Fuoco intervenuta ad Osaka
Una delle "squad" dei Vigili del Fuoco intervenuta ad Osaka

Un terribile incendio è divampato in un palazzo di Osaka, in Giappone ed ha fatto decine di vittime. Finora quelle accertate per “arresto cardio-respiratorio”, la formula standard che i nipponici usano per asseverare i decessi, sarebbero 27, mentre ci sarebbero due feriti di cui uno in gravi condizioni.

Incendio in un palazzo in Giappone: fiamme altissime in un centro di salute mentale

Le fiamme si sono sviluppate alle 10:18 della mattina (ora locale) al quarto piano di un palazzo di otto piani nel quartiere commerciale della città, vicino alla stazione ferroviaria di Kitashinchi. Ad andare distrutto un centro per malattie mentali e servizi sanitari.

La pista dolosa nel terribile incendio nel palazzo ad Osaka, in Giappone

Secondo fonti dell’agenzia Kyodo la polizia non esclude affatto la pista dolosa e ritiene che una persona abbia appiccato il fuoco volontariamente. Sul posto sono arrivate a razzo dozzine di unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato alacremente per domare le fiamme con schiumogeni ed autoscale.

Le parole di un teste dell’incendio che ha distrutto una clinica al quarto piano di un palazzo in Giappone

Il rogo è stato azzerato in mezzora, ma che quella mezzora è stata purtroppo fatale per 27 persone, sulla cui identità e ruolo all’interno del centro di salute mentale colpito dalle fiamme non ci sono ancora notizie. Un testimone oculare ha detto ai media: “Quando ho guardato fuori, ho visto una fiamma arancione nella finestra al quarto piano dell’edificio. Una donna agitava la mano dalla finestra al sesto piano e cercava aiuto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli