1 / 21

Woodstock 1969: 50 anni dopo

Il 15 agosto 1969 aprì una tre giorni di musica che è rimasta nella storia: il Festival di Woodstock, presso Bethel - nello stato di New York. Ci andarono oltre 400mila persone e il risultato fu la massima espressione del movimento hippy. In quei tre giorni la libertà personale dei partecipanti fu allo stato puro, in un caos generalizzato che è entrato nell'immaginario collettivo. (Photo by John Dominis/The LIFE Picture Collection via Getty Images/Getty Images)

Le foto di Woodstock a 50 anni dal festival più hippy di sempre

Il 15 agosto 1969 aprì una tre giorni di musica che è rimasta nella storia: il Festival di Woodstock, presso Bethel - nello stato di New York. Ci andarono oltre 400mila persone e il risultato fu la massima espressione del movimento hippy. In quei tre giorni la libertà personale dei partecipanti fu allo stato puro, in un caos generalizzato che è entrato nell'immaginario collettivo.

Suonarono volti notissimi: Joan Baez, Santana, Janis Joplin, The Who, Creedence Clearwater Revival, Joe Cocker, Crosby Stills Nash & Young, Jimi Hendrix. E ci furono anche diversi problemi organizzativi, con conseguenze raccapriccianti. Bello, e anche brutto, stupefacente in tutti i sensi: Woodstock è ricordato anche per questo.