Le frasi estrapolate dall'indagine che ha portato la polizia ad arrestare una madre ed una figlia

Davide Ferrerio
Davide Ferrerio

Spuntano dai lanci delle agenzia le agghiaccianti conversazioni dopo il pestaggio a Davide Ferrerio, il giovane tifoso del Bologna picchiato e ridotto in fin di vita a Crotone questa estate per una scambio di persona: “Caduto come un salame”. Le frasi estrapolate dall’indagine che ha portato la polizia ad arrestare una madre ed una figlia minore già indagate sotto un profili penale di maggior gravità fanno emergere una quadro narrativo della vicenda terribile.

Ferrerio: “Caduto come un salame”

Quadro che passa per frasi come questa: “Perché ho visto la scena ed è caduto come un salame. Però che bel cazzotto”. Chi sta scrivendo con un messaggio? La 17enne arrestata ieri con la madre per concorso anomalo in  tentato omicidio nell’ambito delle indagini sull’aggressione al 21enne dell’11 agosto scorso. L’ordinanza emessa dal gip include anche alcune intercettazioni. In  una ad esempio Nicolò Passalacqua, il 22enne finto per primo agli arresti ed autore materiale del pestaggio, dice: “È come se mi avesse fatto il lavaggio del cervello la madre“.

“Matriarca capace di piegare terzi al suo volere”

E ancora: “Scusami ancora per stasera, scusati anche con tua mamma sennò ci scrivo io”. E la ragazzina gli replica: “Ma vaaaa ha detto di stare tranquillo”. Insomma, come scritto dal Gip, la donna, madre della 17enne sarebbe “una matriarca capace di ammaliare terzi e piegarli al suo volere”.