Le Iene, due inviati "aggrediti e immobilizzati dai Casamonica"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Alessandro Di Sarno e Vincenzo Mauro erano andati da Nando Casamonica per capire come mai, come si vede in un video pubblicato sul suo profilo Instagram, avesse fatto guidare a un bambino la macchina pubblicando poi il video. La situazione però è presto degenerata. "Mi hanno aggredito e immobilizzato", racconta la Iena Alessandro Di Sarno in merito a quanto accaduto sabato 17 ottobre mentre, assieme all’autore Vincenzo Mauro, stava girando un servizio a proposito del video in questione. Più in dettaglio, Iena e autore sono andati nel quartiere Romanina, a sud est della capitale. "Siamo andati da Nando - spiega Di Sarno - per capire cosa l'avesse spinto non solo a far guidare la macchina a un bambino, ma anche a pubblicare quel video come fosse un trofeo".

GUARDA ANCHE: Dentro la villa dei Casamonica

"Ci hanno aggredito - ripete la Iena Di Sarno - Hanno immobilizzato l’autore e hanno estratto tutte le schede dalle telecamere distruggendole. Una signora mi ha strappato la telecamera di mano rompendo i microfoni". Ed è proprio quello che si vede nel video sul sito de 'Le Iene': mentre la donna tenta di strappare la telecamera all'autore, un uomo alle sue spalle lo insegue con un manico di scopa. Quest'uomo è Guerino Casamonica, padre di Nando, che Le Iene avevano conosciuto due anni fa quando Ismaele La Vardera lo aveva intervistato entrando nella residenza del clan.

Sabato poi è intervenuta la polizia alla quale Alessandro Di Sarno e Vincenzo Mauro hanno dato conto dei fatti. "Per fortuna inspiegabilmente una scheda è rimasta nella telecamera che ha filmato tutto", dice la Iena. Domani sera a Le Iene su Italia 1 l'intera vicenda.

GUARDA ANCHE: Alessia Marcuzzi e il tampone molecolare