Le immagini dei membri della famiglia della ragazza scomparsa

·3 minuto per la lettura
Saman Abbas video
Saman Abbas video

Saman Abbas è scomparsa un mese fa da Novellara. L’ipotesi è che sia stata uccisa dallo zio. Sono state mostrate le immagini della telecamera di sorveglianza, che riprendono lo zio e due cugini mentre camminano con un sacco e una pala in mano.

Saman Abbas: le immagini del video

Nel video ripreso dalle telecamere di sorveglianza, si vedono tre persone che si dirigono nei campi sul retro dell’abitazione. Secondo gli inquirenti si tratta dello zio e dei due cugini di Saman Abbas, che risultano indagati. I carabinieri sono convinti che i tre abbiano preparato una fossa per ocultare il cadavere della ragazza, che aveva rifiutato il matrimonio combinato. Per la sua scomparsa sono indagati anche i genitori. L’accusa contestata dalla Procura è di omicidio premeditato. Erano le 19.33 del 29 aprile 2021. I tre uomini sono andati nei campi dietro casa con due pale, un secchio, un piede di porco e un sacco azzurro. La scena è stata ripresa in un video diffuso dalla Procura di Reggio Emilia ed è molto importante per le indagini. Si tratta di immagini che sembrano confermare l’ipotesi che la giovane sia stata uccisa. I genitori di Saman, lo zio e due cugini sono indagati per omicidio premeditato. Lo zio e il cugino sono le persone riprese dalla telecamera. Lo zio è ritenuto l’esecutore materiale del delitto.

Saman Abbas: i filmati importanti per le indagini

Proseguono le ricerche dei resti della persona offesa, che purtroppo riteniamo sia deceduta. Non darei nessun riscontro positivo a quello che ha detto il padre, abbiamo appurato che in Belgio non c’è la ragazza” ha dichiarato la procuratrice Isabella Chiesi. Il padre della ragazza, che si trova in Pakistan, aveva detto ad un giornalista che Saman è viva e che si trova in Belgio. Le indagini smentiscono questa dichiarazioni. Secondo le ipotesi investigative la ragazza sarebbe stata uccisa il 30 aprile. Gli indagati sono tutti irreperibili, tranne Ikram Ijaz, cugino di Saman, che è stato arrestato in Francia. I genitori della ragazza sono andati in Pakistan ad inizio maggio, mentre lo zio e l’altro cugino sono in fuga.

Gli altri video importanti per le indagini sono del 30 aprile. In uno si vede Saman uscire di casa con uno zaino, insieme alla sua famiglia, senza più fare ritorno. L’altro mostra il padre che rientra in casa con lo zaino che prima aveva la figlia. Questi due video si aggiungono a quello delle tre persone con le pale. Saman potrebbe essere stata accompagnata con una scusa dallo zio, che l’avrebbe ucciso. Lo zio ha poi scritto in una chat, ad una persona che conosce bene, di aver svolto “un lavoro fatto bene“. Saman, quella stessa notte, aveva sentito la madre che parlava del suo omicidio con qualche altra persona.

Saman Abbas: continuano le ricerche nei campi

Ci sono ancora tanti dubbi e tanti punti oscuri su questa vicenda. Per chiarirli sono tutti in attesa della testimonianza del cugino arrestato in Francia e quella di un minore informato dei fatti, che si trova in una comunità protetta. Sarebbe stato lui ad accusare lo zio di Saman come esecutore materiale dell’omicidio. I carabinieri del Nucleo investigativo e dei colleghi della stazione di Novellara continuano a cercare senza sosta il corpo della ragazza nelle campagne. Stanno setacciando tutti i campi dietro casa e l’azienda agricola dove lavorava la famiglia. Si tratta di una zona molto vasta e complicata da valutare, anche per i cani molecolari. Verranno usati degli strumenti tecnologici più sofisticati.