Ecco le nuove immagini dell'Universo catturate dal telescopio Webb

NASA, ESA, CSA, and STScI

AGI - Cominciata la conferenza stampa della Nasa, che mostrerà al mondo le nuove immagini dell'universo registrate dal telescopio Weeb.

 

"È un giorno storico": così il presidente americano Joe Biden, svelando la prima immagine catturata dal telescopio spaziale James Webb, il piu' potente mai inviato in orbita. Il telescopio spaziale James Webb, il più potente mai inviato in orbita, svelerà nuove immagini dell'Universo con una chiarezza mai vista prima. Galassie lontane, nebulose luminose e un gigantesco pianeta gassoso lontano sono tra i primi obiettivi del telescopio, ha affermato venerdì l'agenzia spaziale statunitense Nasa.

"Queste immagini ricordano al mondo che l'America può fare grandi cose". ha sottolineato Biden. "La parola che ci definisce è 'possibilità'", ha aggiunto il capo della Casa Bianca.

Le immagini stesse sono state gelosamente custodite per creare suspense prima della grande rivelazione. Il capo della Nasa, Bill Nelson, ha promesso "l'immagine più profonda del nostro Universo che sia mai stata scattata".

Le capacità a infrarossi di Webb sono ciò che lo rende straordinariamente potente, consentendogli di penetrare attraverso le nubi di polvere cosmica e di rilevare la luce delle prime stelle, che è stata allungata nelle lunghezze d'onda dell'infrarosso con l'espansione dell'Universo.

Ciò gli consente di scrutare più indietro nel tempo rispetto a qualsiasi telescopio precedente, fino al periodo subito dopo il Big Bang, 13,8 miliardi di anni fa. "Quando ho visto le immagini per la prima volta ho improvvisamente appreso tre cose sull'Universo che non sapevo prima", ha detto all'AFP Dan Coe, astronomo STSI ed esperto dell'Universo primordiale. "Mi ha completamente sbalordito".

Questi obiettivi elencati di seguito rappresentano la prima ondata di immagini e spettri scientifici a colori raccolti dall'osservatorio e l'inizio ufficiale delle operazioni scientifiche generali di Webb. Sono stati selezionati da un comitato internazionale di rappresentanti di NASA, ESA , CSA e Space Telescope Science Institute.

NEBULOSA CARINA
La Nebulosa Carina è una delle nebulose più grandi e luminose del cielo, situata a circa 7.600 anni luce di distanza nella costellazione meridionale della Carina. Le nebulose sono vivai stellari dove si formano le stelle. La Nebulosa Carina ospita molte stelle massicce, diverse volte più grandi del Sole.

La Nebulosa Carina ospita molte stelle massicce, diverse volte più grandi del Sole.

 

WASP-96B (SPETTRO)
WASP-96b è un pianeta gigante al di fuori del nostro Sistema Solare, composto principalmente da gas. Il pianeta, situato a quasi 1.150 anni luce dalla Terra, orbita attorno alla sua stella ogni 3,4 giorni. Ha circa la metà della massa di Giove e la sua scoperta è stata annunciata nel 2014.

NEBULOSA ANELLO
Meridionale L'Anello Meridionale, o nebulosa “Eight-Burst”, è una nebulosa planetaria – una nuvola di gas in espansione, che circonda una stella morente. Ha un diametro di quasi mezzo anno luce e si trova a circa 2.000 anni luce dalla Terra.

STEPHAN'S QUINTET
A circa 290 milioni di anni luce di distanza, Stephan's Quintet si trova nella costellazione del Pegaso. È noto per essere il primo gruppo di galassie compatte mai scoperto. Quattro delle cinque galassie all'interno del quintetto sono bloccate in una danza cosmica di ripetuti incontri ravvicinati.

 

SMACS 0723
Enormi ammassi di galassie in primo piano ingrandiscono e distorcono la luce degli oggetti dietro di loro, consentendo una visione a campo profondo sia delle popolazioni di galassie estremamente distanti che intrinsecamente deboli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli