Le indagini sulla morte dello chef sardo sono arrivate ad una svolta: la confessione dell'omicida

·1 minuto per la lettura
Omicidio Madeddu
Omicidio Madeddu

Le indagini sullla morte dello chef Alessio Madeddu, reso celebre dalla partecipazione al noto programma “4 ristoranti”, e ucciso a sangue freddo davanti al suo locale, sono ad un punto di svolta. L’uomo che l’ha ucciso avrebbe infatti confessato nella notte.

Chef Madeddu ucciso davanti al suo locale: la svolta nelle indagini

Chi ha ucciso Alessio Madeddu? Lo chef 52enne noto per aver partecipato anche al noto programma di Alessandro Borghese “4 ristoranti”, era stato trovato morto davanti al locale Sabor’e Mari, di sua propietà a Teulada, in Sardegna. Nella notte un uomo avrebbe confessato di essere l’autore del delitto.

Chef Madeddu ucciso davanti al suo locale: chi è l’omicida

Secondo le prime ricostruzioni, pare che l’omicida, confessatosi questa notte davanti al pm Rita Cariello, sia Angelo Brancasi, un panettiere che possiede una propria attività non lontano dal ristorante che era di Madeddu. Brancasi avrebbe massacrato di botte lo chef, colpendolo ripetutamente ad un fianco ed al collo, utilizzando anche un’accetta, fino ad ucciderlo.

Chef Madeddu ucciso davanti al suo locale: il movente dell’omicidio

Alla base di questo efferato delitto, secondo le prime indiscrezioni, ci sarebbe la gelosia di Brancasi verso la moglie che lavorava nel ristorante dello chef e che forse aveva intrapreso una relazione clandestina con lo stesso. Si sarebbe quindi trattato di una vera e propria spedizione punitiva. Il panettiere omicida, a cui i poliziotti sono arrivati attraverso lo studio delle immagini di una telecamera di videosorveglianza, è stato immediatamente portato in carcere ad Uta, a Cagliari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli