Le indicazioni dell’Ad Rai Fuertes sulla televisione di stato potrebbero escludere il programma

Bianca Berlinguer
Bianca Berlinguer

Le tesi quanto meno ardite di Alessandro Orsini sarebbero state una sorta di “ultima goccia” e Cartabianca potrebbe chiudere, almeno secondo le indiscrezioni pubblicate in queste ore da Dagospia e tutte da verificare. Il sunto è che le indicazioni dell’Ad della Rai Carlo Fuertes sulla televisione di stato potrebbero escludere il contestato programma condotto da Bianca Berlinguer, anche a contare che in questi giorni addirittura il Copasir lo deve audire in ordine ad una contestata opera di “censura” dei giornalisti russi che potrebbero essere “spie”.

Orsini e non solo, Cartabianca potrebbe chiudere

Se a questo poi, secondo Dagospia, si aggiunge il fatto che il premier Mario Draghi avrebbe deciso di prendere il timone della tv di stato in quanto a parametri, il programma finirebbe dritto dritto nelle nuove “liste di proscrizione”. Il dato empirico e non deduttivo è che Carlo Fuortes ha elencato una serie di “indicazioni relative alla Tv di Stato prossima ventura”.

Banditi duelli, risse tv e posizioni estreme

Al centro dell’argomentare risse tv, teatrini, uscite poco eleganti e caciarone, posizioni eterodosse estreme e chi più ne ha più ne metta. E secondo Dagospia, anche a contare gli ultimi episodi con l’ex docente Luiss Alessandro Orsini a fare da mattatore sulla guerra della Russia all’Ucraina, in questo setaccio Cartabianca ci andrebbe a cadere naturalmente, tanto da non riaprire il suo salotto per la prossima stagione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli