Le lacrime di Olga: "Grazie Italia, per far sentire i nostri bambini come a casa nostra" - Video

(Adnkronos) - “Sono Olga, sono ucraina, sono arrivata in Italia con mia figlia due mesi fa. Voglio dire grazie mille all’Italia per i nostri bambini, che possono continuare a giocare e fare sport con i bambini italiani”. Ha la voce rotta dalle lacrime mentre parla all’Adnkronos Olga, una giovane profuga ucraina ospite oggi in Campidoglio per la presentazione del Summer Camp, un campo estivo per mamme e bambini ucraini della Capitale organizzato da Atlantia col supporto del comune di Roma. “In Italia ci sentiamo come a casa nostra, grazie mille per questo”, aggiunge Olga.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli