Le liti tra i presenti hanno richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.

·1 minuto per la lettura
Ressa vaccini Vibo Valencia
Ressa vaccini Vibo Valencia

Continuano purtroppo a verificarsi in tutta Italia delle problematiche legate alla gestione della campagna vaccinale anti covid e l’ultimo episodio in tal senso arriva da Vibo Valencia dove nel centro vaccini è nata una vera e propria ressa a causa di alcune defezioni organizzate. Nello specifico centinaia di anziati si sono presentati nella giornata di Pasquetta al Palasport di Vibo Valencia in quanto l’Asp locale aveva comunicato ai sindaci del territorio che da domenica 4 aprile sarebbero iniziate le somministrazioni per i cittadini di età compresa tra i 60 e i 80 anni. Gli stessi potevano presentarsi al centro indicato senza prenotarsi, bastava essere muniti di tessera sanitaria. La scelta ha generato inevitabilemte un assembramento e soprattutto ha scaldato l’animo dei molti che erano intenzionati a ricevere la propria dose.

Ressa al centro vaccini di Vibo Valencia

La scelta dell’Asp di Vibo è stata dovuta ad un’ancora zoppicante piattaforma per le prenotazioni online che ha spinto l’azienda sanitaria ha ricorerre ai messaggi su WhatsApp. In quello inviato ai sindaci si legge: “Asp VV, tramite il portale dei Sindaci, ci fa sapere che nella giornata di domani (Domenica di Pasqua) e di Lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, presso il Palazzetto dello Sport di Vibo Valentia, tutti i soggetti di età compresa tra i 60 e gli 80 anni, senza prenotazione alcuna, potranno effettuare la vaccinazione contro il Covid19 con Astra Zeneca”.

Un messaggio facilmente interpretabile che infatti ha condotto sul posto centinaia di persone. Il caos che ne è uscito ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine e di alcuni volontari della Protezione civile.