Le Maire: "Bene Mattarella su piano per crescita Ue"

webinfo@adnkronos.com

"Il patto per la crescita che ho proposto, e che credo sia molto vicino a quello che ha proposto il presidente Mattarella, è basato su tre pilastri: rispettare le regole europee e abbassare il debito pubblico dove necessario, introdurre riforme per aumentare la produttività e la competitività e attrarre più investimenti". Lo ha detto il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire, a margine del forum Ambrosetti di Cernobbio. "Ho proposto un patto per la crescita sei mesi fa. Ora stiamo affrontando in Europa inflazione zero, bassa crescita e tassi di interesse a zero. Lo status quo non basta, bisogna affrontare queste nuove condizioni", ha aggiunto. 

"Non sono io quello che decide, la decisione spetta alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Quando lei deciderà, potrò commentare", ha detto riferendosi all'ipotesi che a Paolo Gentiloni sia assegnato il portafoglio Concorrenza della Commissione europea. 

"Non possiamo cominciare a personalizzare le cose e a giudicare un ministro o un altro. Il nuovo governo è un’opportunità da cogliere e i progetti comuni possono essere accelerati", ha proseguito, replicando a chi gli chiedeva della nomina di Luigi Di Maio al Ministero degli Esteri, alla luce del precedente creato dall'incontro del leader dei Cinque Stelle con alcuni gilet gialli in Francia.