Le minacce dei Pasdaran

webinfo@adnkronos.com
I Guardiani della Rivoluzione islamica dell'Iran, i Pasdaran, minacciano "sorprese" in caso di "aggressione". "La forza difensiva e di attacco rivelerà aspetti sorprendenti e imprevedibili", dice il generale Gholam Ali Rashid, citato dall'agenzia Mehr nel mezzo della crisi nel Golfo Persico. "Qualsiasi violazione avrà per gli aggressori un prezzo molto alto", aggiunge il generale, comandante del quartier generale di Khatam-al Anbiya dei Guardiani della Rivoluzione islamica, che rivendicano una dottrina militare "difensiva". Intanto, sul caso Stena Impero, Teheran sbeffeggia Londra: "Quali sanzioni potrebbe imporre Londra che non siano già in atto?", ha commentato il capo del Consiglio strategico iraniano per le Relazioni internazionali, Kamal Kharazi, sulla possibilità che la Gran Bretagna imponga delle sanzioni all'Iran in risposta al sequestro della petroliera. "Speriamo che gli inglesi dispongano il dissequestro della petroliera iraniana e che l'iter legale in Iran porti al dissequestro della petroliera britannica", dice ancora l'ex ministro degli Esteri Kharazi in dichiarazioni diffuse dalle agenzie iraniane. Ieri il sottosegretario alla Difesa Tobias Ellwood ha confermato che la Gran Bretagna sta considerando "una serie di opzioni" in risposta al sequestro della petroliera Stena Impero.

I Guardiani della Rivoluzione islamica dell'Iran, i Pasdaran, minacciano "sorprese" in caso di "aggressione". "La forza difensiva e di attacco rivelerà aspetti sorprendenti e imprevedibili", dice il generale Gholam Ali Rashid, citato dall'agenzia Mehr nel mezzo della crisi nel Golfo Persico. "Qualsiasi violazione avrà per gli aggressori un prezzo molto alto", aggiunge il generale, comandante del quartier generale di Khatam-al Anbiya dei Guardiani della Rivoluzione islamica, che rivendicano una dottrina militare "difensiva". 

Intanto, sul caso Stena Impero, Teheran sbeffeggia Londra: "Quali sanzioni potrebbe imporre Londra che non siano già in atto?", ha commentato il capo del Consiglio strategico iraniano per le Relazioni internazionali, Kamal Kharazi, sulla possibilità che la Gran Bretagna imponga delle sanzioni all'Iran in risposta al sequestro della petroliera. "Speriamo che gli inglesi dispongano il dissequestro della petroliera iraniana e che l'iter legale in Iran porti al dissequestro della petroliera britannica", dice ancora l'ex ministro degli Esteri Kharazi in dichiarazioni diffuse dalle agenzie iraniane. Ieri il sottosegretario alla Difesa Tobias Ellwood ha confermato che la Gran Bretagna sta considerando "una serie di opzioni" in risposta al sequestro della petroliera Stena Impero.